3 Generations – Una Famiglia quasi Perfetta

3-generations-about-ray-43 Generations – Una famiglia quasi perfetta è il ritratto simultaneo di tre generazioni di donne newyorkesi.
Ramona (Elle Fanning) è una sedicenne cresciuta con la frustrazione di un corpo femminile: si fa chiamare Ray, si veste maschile, si esercita con lo skateboard, nasconde il seno con una fascia. Maggie (Naomi Watts) è la mamma single di Ray, un classico ed insoddisfatto carattere femminile di mezza età. Entrambe vivono sotto il tetto della nonna Dolly (Susan Sarandon), una colta e non più giovane lesbica dell’Upper East Side.
Ray è un transgender. La decisione di intraprendere una definitiva terapia ormonale, per avviare il cambiamento di sesso, è ormai matura. Crescere con una nonna apertamente lesbica esclude Ray da un caso di pura e semplice omosessualità. L’unico impedimento è di About_Ray_(c)_The_Searchers_(4)tipo burocratico: essendo minorenne, necessita della firma di entrambi i genitori biologici e Maggie, oltre le sue personali remore, ha perso ogni contatto con l’ex-compagno Craig.
Questa esplorazione del tabù del cambio di sesso, in una “moderna convivenza femminile” campione, è punteggiata da sconosciute verità emotive. Intelligente e sociale, siamo in un mondo LGBT privo di cliché, intimo al punto da coinvolgere non solo l’individuo, ma anche una famiglia. Ray è accettato in casa, la stessa madre non riesce più a pronunciare il nome “Ramona”. La famiglia è progressista, caotica ma compatta. Nonostante la massima reciproca espressione di affetto, tutti i suoi individui maturano nuove e differenti strade. Ray deve liberarsi di un corpo che non sente suo; Maggie deve mettere da parte il ruolo di madre per ritrovarsi donna; Dolly, che non ha più necessità di affermazione sociale, vorrebbe godersi l’intimità con la partner Frances. La sessantottina Dolly e Ray evocano poi un interessante contrasto generazionale. Entrambe infatti sentono ed esprimono una potenza sessuale, che stimola la società e ne ottiene la sua tolleranza. Ma Dolly, nonostante il suo atteggiamento storicamente progressista, fatica ad accettare il bisogno biologico della nipote.

L’indagine è attuale, viste le ultime vicende legate al tormentato universo transgender, sopratutto in America, territorio tormentato da suicidi e recenti atti di razzismo. Gli avvenimenti difendono singole realizzazioni familiari: i protagonisti, pur volendosi bene devono separarsi. Il suggerimento è nero su bianco: è tempo di imparare a rimanere fedeli, nonostante le difficoltà della vita, alla nostra unica e vera identità, oltre il piano sociale e biologico.

Giulia Peruzzotti

3 Generations – Una famiglia quasi perfetta

Regia e sceneggiatura: Gaby Dellal. Fotografia: David Johnson. Montaggio: Jeff Betancourt, Joe Landauer. Musiche: Michael Brook. Interpreti: Elle Fanning, Naomi Watts, Susan Sarandon, Linda Emond, Tate Donovan. Origine: USA, 2014. Durata: 87′.

Commenti

commenti