All’Oberdan va in scena l’irregolare Cinema Islandese

islanda_001Li avete tre titoli islandesi in tasca? Tre forse sì: Nói Albinói, Rams – Storia di due fratelli e otto pecoreL’effetto acquatico. O magari no, perché conoscete i titoli ma non sapete che arrivano dalla fredda e lontana isola europea.
Ebbene, la Fondazione Cineteca Italiana di Milano, dal 12 al 26 gennaio, ha il merito di presentare parte dell’ultima produzione islandese. Una rassegna dedicata a un paese dal territorio unico, sempre più al centro della curiosità e nuova meta di turisti e viaggiatori. Vengono proposti al pubblico 3 documentari presentati in anteprima al Trento Film Festival 2017: Horizon, A Thousand Autumns e Glacier Man; e 5 film di giovani registi islandesi ambientati nella terra dei ghiacci: L’effetto acquatico – Un colpo di fulmine a prima svista, Virgin Mountain, Nói Albinói, Heartstone, Rams – Storia di due fratelli e otto pecore, Storie di cavalli e di uomini.

Il programma dettagliato e le schede degli otto film in rassegna è sul sito della Cineteca (clicca qui).

Segnaliamo, venerdì 12 gennaio alle ore 21.00, un evento speciale sulla Terrazza MIC: proiezione del documentario Glacier Man con degustazione di Brennivin , distillato di patate aromatizzato con cumino, che rappresenta il liquore nazionale islandese, coperta consigliata!

@redazione

Commenti

commenti