Cronache da Locarno67: 9 agosto

Ancora cortometraggi. Il concorso internazionale Pardi di Domani continua con film che hanno confermato la buona qualità di quelli che abbiamo già visto.
pardi di domaniSleeping Giant racconta di un gruppo di preadolescenti che devono dimostrare il loro valore e per farlo si avventurano in sfide rischiose e in giochi stupidi. Il problema é che prima che agli altri devono dimostrare a se stessi di essere forti e adulti, cosa che li rende fragili e alla ricerca di se stessi. Molto bello.
Cai Putere è una piccola perla proveniente dalla Romania, una storia di amicizia e di solitudine. Lo sguardo è ironico, lo stile fresco e la storia contemporaneamente semplice e carica di significati.
Lo statunitense Single Stream è invece un documentario in cui si mostra il processo di divisione dei rifiuti. Le immagini sono state girate in un enorme impianto che acquista rifiuti non differenziati, li divide e li rivende alle aziende interessate. La cinepresa scorre sopra i nastri trasportatori inquadra le singole fasi di lavoro e mostra con accuratezza come da dei rifiuti possa originarsi ricchezza. Pedagogico.
Bruttino e deludente invece il cortometraggio olandese Kookaburra Love, confuso e decisamente poco interessante si poggia su qualche immagine esteticamente rilevante, ma niente di più.

da Locarno, Alessandro Barbero

Commenti

commenti