FCAAAL: al via l’edizione 26

AAA-Cover ESEC con loghi 19.02.16Il Festival del Cinema Africano, Asia e America Latina (FCAAAL) – l’unico festival in Italia interamente dedicato alla conoscenza delle cinematografie, delle realtà e delle culture dei paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina – giunge alla sua 26ma edizione e si terrà a Milano dal 4 al 10 aprile.
La programmazione quest’anno prevede circa 50 titoli selezionati tra più di 600 film visionati, 17 prime nazionali, 6 prime europee, 4 prime mondiali

Il festival prende il via ufficialmente lunedì 4 aprile alle ore 20.30 con l’anteprima italiana dell’ultimo film di Takeshi Kitano, Ryuzo and the Seven Henchmen (Ryuzo e i sette compari). L’Opening Night avrà luogo nella sala del Teatro dell’Arte presso la Triennale, nell’ambito della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano.

Inoltre, domenica 3 aprile alle ore 17.30 si terrà l’inaugurazione ufficiale del Festival Center (Casa del Pane – Casello Ovest di Porta Venezia) e della Mostra fotografica DESIGNING AFRICA 3.0 curata dal direttore e fondatore di LagosPhoto Azu Nwagbogu con Martina Olivetti, curatrice alla African Artists’ Foundation. ”Designing Africa 3.0″ esplora i differenti risvolti del concetto di design contemporaneo nel continente africano, con l’intenzione di creare un fil rouge tra il design contemporaneo e la sua più ancestrale tradizione. Per l’occasione la co-curatrice della Mostra, Martina Olivetti, il fotografo AntoineRYUZO AND HIS SEVEN HENCHMEN_2 Tempé, l’artista Alfie Nze, Emanuela Mirabelli e Sara del Corona di Marie Claire incontreranno il pubblico per un talk.

Tra le anteprime in programma quest’anno nella sezione fuori-concorso Flash, Stop l’ultima provocazione di Kim Ki-duk, che torna al cinema a basso budget con un film girato e montato da solo. Un eco-thriller sugli effetti di Fukushima, denuncia degli errori umani contro la natura. E dall’Indonesia, un altro maestro del cinema asiatico, Garin Nugroho con Chaotic Love Poems, che ci racconta la società indonesiana degli ultimi trent’anni giocando con gli stili cinematografici delle diverse epoche che attraversa.
Dal Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo, due prime europee: Rosa Chumbe del cino-peruviano Jonatan Relayze Chiang (Miglior Film al Festival di Lima e Premio my-name-is-adilFipresci a Montréal), racconto di polizia e miracoli a Lima attraverso la storia di Rosa, agente di polizia con il vizio del gioco, e We’ve Never Been Kids di Mahmood Soliman, straordinario documentario che racconta 13 anni di vita di Nadia e dei suoi tre figli, documentando nel corso del tempo gli anni più caldi della storia moderna dell’Egitto.
Il “Premio Razzismo brutta storia”, dell’associazione omonima e le librerie Feltrinelli, diventa quest’anno il premio del Concorso Extr’A, dedicato ai film di registi italiani. Tra i titoli un’anteprima mondiale, My name is Adil di Adil Azzab, giovane filmmaker di origini marocchine emigrato in Italia a 13 anni. Il film è stato realizzato in collaborazione con un team creativo di professionisti milanesi e finanziato anche con iniziative di crowdfunding. Nel film si intrecciano episodi delle tre fasi principali della vita dello stesso Adil: il bambino-pastore affamato di istruzione e di futuro, l’adolescente che si confronta con un mondo nuovo, l’adulto-regista che torna nel paese d’origine per ritrovare le proprie radici.

LUOGHI DEL FESTIVAL: Auditorium San Fedele; Spazio Oberdan; Cinema Palestrina, Institut Français– Milano; Triennale di Milano – Teatro dell’Arte; Festival Center, Casello Ovest di Porta Venezia – Casa del pane.

BIGLIETTI E ABBONAMENTI: Festival Card: 2 euro, obbligatoria all’acquisto del primo biglietto singolo. Con la Festival Card partecipi all’estrazione del concorso Lonely Planet, Special Media Partner del Festival. Ogni giorno tra tutti i possessori in palio 2 guide “Mondo”: tutte le info per partecipare ai desk nelle sale cinematografiche.
Biglietto singolo: 6 euro.
Biglietto proiezioni per le scuole: 5 euro.
Tessera abbonamento valida per tutte le proiezioni: intero: 30 euro, ridotto: 25 euro (over 60, abbonati Rivista Africa (con invito), viaggiatori ViaggieMiraggi (con invito), possessori laFeltrinelli Carta più.

Per ogni ulteriore informazione: www.festivalcinemaafricano.org

@redazione

Commenti

commenti