Giffoni 2018: anche un italiano tra i vincitori

Dopo un’edizione ricca di incontri e proiezioni si chiude la 48esima edizione del Giffoni Film Festival. Oltre cento opere in concorso, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari, scelti tra 4600 produzioni ricevute in preselezione.
Questo il palmares dei maggiori riconoscimenti dove spicca l’italiano Gabriele Pignotta:

Elements +3 ha premiato il cortometraggio animato Ant di Julia Ocker (Germania, 2017), dove una piccola formica stravolge le regole del gruppo.
Elements +6 premia la regia di Gabriele Pignotta con Ötzi e il mistero del tempo (Italia, 2018).
Nella categoria Elements +10 vince Zoo (Irlanda/UK, 2017) di Colin Mclvor.
Generator +13: vince This crazy heart (Germania, 2017) di Marc Rothemund.
Infine, la categoria Generator +16 premia Sadie (Usa, 2018) di Megan Griffiths, mentre Generator +18 con Brothers (Olanda, 2017) di Hanro Smitsman premia un’opera di grande attualità.

Per saperne di più sugli altri premi e leggere le sinossi clicca qui.

@redazione

Commenti

commenti