Guida a Locarno70

locarno17

L’agosto del cinefilo significa soprattutto festival di Locarno, arrivato quest’anno alla cifra tonda di 70 edizioni. Come e forse più degli anni passati il festival moltiplica i suoi spazi, con le nuove sale del centralissimo PalaCinema, e le sue selezioni tutte all’insegna della qualità e della varietà: 12 sezioni, 3 concorsi per 25 premi. Questa l’architettura di un Festival che esplora il cinema a 360° con la missione di scoprire nel presente gli autori e i film destinati ad avere futuro. Proviamo a fare ordine per i lettori di Cinequanon segnalando alcuni degli appuntamenti più attesi del festival che avrà inizio il 2 agosto e si concluderà il 12.

GLI OSPITI

Come ogni anno tanti i divi presenti sulle sponde del Lago Maggiore: il Festival renderà omaggio all’attore americano premio Oscar Adrien Brody. A lui, venerdì 4 agosto in Piazza Grande, sarà consegnato il Leopard Club Award 2017. Due giorni prima Locarno70 omaggerà Mathieu Kassovitz; l’attore, regista e sceneggiatore francese sarà ospite in Piazza Grande sabato 5 agosto in occasione della prima mondiale del film Sparring di Samuel Jouy. Pardo d’onore 2017 andrà a Todd Haynes, regista, sceneggiatore e produttore statunitense che inizio la sua carriera nel 1991 propio a Locarno Festival in concorso con Poison, suo esordio cinematografico.  Non sono le uniche presenze previste a Locarno, QUI trovate un elenco completo degli ospiti che come da tradizione sarà possibile incontrare negli incontri previsti.

CONCORSO INTERNAZIONALE

gli-asteroidiConcepito ad immagine di un festival che vuole oltrepassare le frontiere, il Concorso internazionale presenta uno stimolante panorama sul cinema d’autore contemporaneo in cui le opere di giovani talenti affiancano i lavori di cineasti affermati. Una giuria di autorevoli personalità del mondo del cinema è incaricata di assegnare il prestigioso Pardo d’oro a uno dei lungometraggi di finzione o documentari provenienti dal mondo intero e presentati in prima mondiale o internazionale. Unico film italiano in concorso Gli asteroidi  di Germano Maccioni che verrà presentato venerdì 11. Una provincia industriale, sconfinata, alienante. Un tempo florida, ora profondamente segnata dalla crisi economica. Provincia di campi allargati e capannoni dismessi, è l’universo in cui gravitano Pietro e il suo amico Ivan, diciannovenni in conflitto con la famiglia e con la scuola. Sullo sfondo una serie di furti nelle chiese, compiuti dall’inafferrabile «banda dei candelabri», e l’incombere di un grande asteroide, monitorato dalla stazione astronomica della zona, perché in procinto di passare molto vicino alla Terra. Talmente vicino che un amico un po’ strano, fissato con questioni astronomiche e filosofiche, è sicuro che precipiterà sul pianeta, annientando l’umanità. E mentre la «fine del mondo» si avvicina, Ivan convince Pietro a essere suo complice per l’ultimo furto.

PIAZZA GRANDE

La Piazza Grande, uno spazio immenso capace di accogliere ogni sera fino a 8’000 spettatori, è il cuore e la vetrina del Festival. Il suo schermo gigante, uno dei più grandi d’Europa, dotato di straordinarie qualità tecniche di proiezione, rende la Piazza Grande uno dei cinema all’aperto più belli al mondo. Una cornice unica che riunisce ogni sera il variegato pubblico festivaliero per un grande evento cinematografico. Il programma della Piazza vanta prestigiose produzioni, la maggior parte in prima mondiale, internazionale o europea, presentate dal regista e dal cast. Tra i film che verranno proiettati in questo affascinante scenario anche Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini. Claudia e Flavio si sono amati a lungo e con grande passione. Poi tutto è finito e per lei non è stato facile. Dopo tanti anni il loro mondo è alla deriva. Lui sente il bisogno di andare avanti, tornare a terra; lei, invece, non vorrebbe dimenticare mai. Una commedia sentimentale che racconta con ironia e grande lucidità una storia d’amore che non sa stare al mondo e il modo in cui le donne ne affrontano la fine e un nuovo inizio.

CINEASTI DEL PRESENTE

La sezione che forse amiamo più frequentare a Locarno è Cineasti del presente, spazio che incarna lo spirito di scoperta del festival. Il concorso propone opere prime e seconde di giovani registi emergenti provenienti da tutto il mondo. Una quindicina di film, documentari o fiction in prima mondiale e internazionale si contendono l’ambito Pardo d’oro Cineasti del presente. Vi abbiamo segnalato solo una parte della sconfinata proposta locarnese. Il resto lo potete trovare sul sito del festival insieme alle indicazioni relative all’acquisto di biglietti e come arrivare a Locarno.

Massimo Lazzaroni

 

 

Commenti

commenti