I mercenari 2: Quant’è bella giovinezza…

Poteva Mercenari2 esser più nostalgico, tamarro e fracassone del primo capitolo? La risposta è assolutamente sì. Un film datato fin dalla sua trama, decisamente prevedibile e costruita per valorizzare le ripetute apparizioni eccellenti. La squadra di Sylvester Stallone (classe 1946) viene ingaggiata dall’agente Bruce Willis (1955) per recuperare un documento perduto in un incidente aereo. Durante l’operazione l’unico membro della squadra under 30 viene ucciso dallo spietato Villian interpretato da un sempre tonico Jean-Claude Van Damme (1960). Riusciranno nell’impresa anche grazie al provvidenziale aiuto di Arnold Schwarzenegger ( 1947) e Chuck Norris  (1940); l’ingresso di quest’ultimo è ripetutamente sottolineato dalle note di Morricone da “Il buono, il brutto, il cattivo”. Un tocco di classe per un film che è esattamente quello che ti aspetti: una divertente, rumorosa, consapevole passerella dove ci sono proprio tutti, come sottolinea Schwarzy guardando i compagni durante l’ultima sparatoria: “ “E chi manca, Rambo?”

Se siete alla ricerca di un’elegante pellicola d’autore girate alla larga dal multisala. Se volete godere di un film d’azione senza pretese, senza raffinati riferimenti geopolitici o schieramenti ambigui da decifrare Mercenari 2 è il vostro film. I buoni stanno con Sly e noi siamo tutti con lui.

THE EXPENDABLES 2 – I mercenari 2 – Trailer ufficiale

 

Massimo Lazzaroni

I mercenari 2: Quant’è bella giovinezza..., 8.8 out of 10 based on 5 ratings

Commenti

commenti