Il programma del Torino Film Festival

Presentato il ricchissimo programma della 31° edizione del Torino Film Festival che si terrà dal 22 al 30 novembre e diretta per la prima volta da Paolo Virzì.

Il concorso TORINO 31
torino film festivalRiservata ad autori alla prima, seconda o terza opera, la principale sezione competitiva del  festival presenta quattordici film realizzati nel 2013, inediti in Italia; i paesi rappresentati sono  Canada, Corea del Sud, Francia, Giappone, Italia, Messico, Spagna, Stati Uniti, Thailandia e  Venezuela. Come sempre incentrato sul cinema “giovane”, il concorso si rivolge principalmente  alla ricerca e alla scoperta di talenti innovativi, che esprimano le migliori tendenze del cinema indipendente internazionale. Tra i tanti titoli in concorso segnaliamo  BULG-EUN GAJOG (RED FAMILY) di Ju-Hyoung Lee, film prodotto da Kim Ki-duk, una commedia “politica” via via sempre più cupa e tragica, sullo  strappo insanabile fra Corea del Nord e Corea del Sud,  LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE dello stralunato giornalista d’assalto Pif (Italia, 2013) che racconta i momenti cruciali della vita del palermitano Arturo, dal suo concepimento all’innamoramento per la bella Flora, coincidevano sempre con drammatiche stragi mafiose. Secondo titolo italiano in concorso IL TRENO VA A MOSCA di Federico Ferrone e Michele Manzolini, la storia di un’illusione e della sua fine, raccontata  con lucidità e commozione da uno dei protagonisti, Sauro, attraverso il montaggio dei tanti  home movies girati da lui e dai suoi amici a Mosca nell’estate del 1957 durante il 6° Festival mondiale della gioventù.

TFFdoc
Come sempre ricchissima la sezione dedicata al documentario del festival di Torino.  Dopo l’inatteso Leone d’Oro a Sacro GRA di Gianfranco Rosi si è scatenato un acceso dibattito su  documentario e finzione, realtà e messa in scena della realtà che arriva anche al Torino Film Festival con una selezione che cerca  di mettere in tensione i due estremi facendo far saltare i confini tra i generi. Sia nella competizione internazionale, internazionale.doc, che in quella italiana, italiana.doc, troviamo un ventaglio di storie e di temi raccontati nei modi più diversi, spesso con un coinvolgimento diretto del/la regista nel proprio film, a dimostrazione di come la Storia e la Politica non siano solo accadimenti estranei a chi li narra, ma ne informino concretamente la  vita. Un altro dato interessante è la presenza in italiana.doc di un numero altissimo di primi/secondi lungometraggi, tra l’altro di autori che arrivano al Torino Film Festival per la  prima volta.
In competizione troviamo lavori che abbiamo già apprezzato al recente festival di Locarno: E AGORA? – LEMBRA-ME di Joaquim Pinto, il personale taccuino di un anno di cure sperimentali contro la VHC e l’HIV e la  LA PASSIONE DI ERTO di Penelope Bortoluzzi su uno dei paesi che furono colpiti dall’ondata che nel 1963  tracimando dalla diga del  Vajont, si abbatté nella vallata sottostante.
Tra i tanti documentari segnaliamo un lavoro molto vicino alla redazione Cinequanon: in competizione anche  FUORISCENA di Massimo Donati e del nostro responsabile di redazione Alessandro Leone. Fuoriscena è un racconto corale che abbraccia un anno nella vita dei giovani allievi dell’Accademia Teatro alla Scala, unica al mondo a formare tutte le figure professionali del Teatro d’Arte. Un’immersione nell’intimità, nella spettacolarità, nel rigore. Perché percorrere la  strada verso il tempio della Scala è un privilegio che in cambio chiede tutto. Avremo modo di parlare nel dettaglio di quest’opera tra le più attese di questa edizione del festival.

ITALIANA.CORTI
Italiana.corti è il concorso torinese riservato a cortometraggi italiani inediti, caratterizzati dall’autonomia e originalità  di linguaggio. La selezione di quest’anno è particolarmente significativa della volontà del festival  di considerare il corto come una forma specifica di cinema, capace di confrontarsi appieno con  la sperimentazione, la narrazione, la documentazione e l’animazione.  Nel 2012 sono stati premiati Spiriti di Yukai Ebisuno e Raffaella Mantegazza (Miglior  cortometraggio), che potrete vedere quest’anno a Documentamy (concorso).

Qui il programma completo di Torino 31

#cinequanonit

Commenti

commenti