Juliet, Naked – Tutta un’altra musica

julietnakedDistribuito da Bim Juliet, Naked è una divertente commedia tratta dall’omonimo romanzo di Nick Hornby, pubblicato da Guanda una decina di anni fa con il titolo di Tutta un’altra musica, che è poi rimasto come sottotitolo anche al film. Hornby è scrittore di celebri libri diventati film, Alta fedeltà, About a Boy, Febbre a 90°, solo per citarne tre famosissimi. Con questo romanzo unisce le sue due grandi passioni: la musica e la commedia.
Il film è ambientato nel paesino inglese di Sandcliff, affacciato sul mare, dove le giornate scorrono quiete, le persone sono gentili e si organizza una mostra sul 1964, in sostanza ci si diverte poco. Si annoia soprattutto Annie, una quarantenne che si sente sfiorire nel rapporto col marito insegnante Duncan. L’uomo sembra avere un unico grande amore: Tucker Crowe, un leggendario musicista rock americano che ha juliet_naked_rose_byrnesmesso di suonare una decina di anni prima facendo poi perdere le sue tracce. Mentre la donna sente crescere in lei il forte desiderio di maternità, la vita ed il tempo libero di Duncan sono completamente risucchiati dalla sua ossessione per Crowe a cui dedica un fanatico blog per “nostalgici”. Grazie al sito Duncan riceverà il nuovo album del cantante intitolato Juliet, Naked, nuova edizione di Juliet, il grande album di successo di Tucker. Naturalmente Annie lo detesta, mentre il marito glielo propina a tutte le ore. Il destino è però in agguato: la donna risponde per caso a una e-mail del vero Tucker, il quale vive in un garage nella provincia americana, e comincia a chattare con lui, confessandosi liberamente. Ovviamente i due prima o poi si incontreranno.
Gran parte del merito del film è in mano ai due attori: la grande rockstar è interpretata da un Ethan Hawke che dorme in un garage e si veste come il grande Lebowski, divertito e gigione si destreggia tra i quattro figli, anzi cinque, avuti da donne diverse. Ha appeso al chiodo da decenni la chitarra e si sente più o meno un sopravvissuto, Annie invece è interpretata da una bravissima Rosie Byrne, una donna rigida e precisina che vorrebbe avere un figlio dall’uomo che non ama più e guarda l’ex rockstar con un mix di timore e fascinazione.

Diciamo subito che si tratta di romantic comedy che funziona davvero, diverte e delinea dei personaggi a tutto tondo, con i loro problemi, le loro debolezze, le loro piccole e grandi malinconie. Siamo vicini ai toni di Notting Hill, e ne esce un film che fa sorridere e pensare, maneggiato con cura e humour dal regista statunitense Jesse Peretz, un ex musicista che riesce a mettere in scena una sceneggiatura degna di tal nome, divertita e pensierosa che si basa sull’alchimia tra due personaggi che più diversi non si può.

Claudio Casazza

Juliet, Naked – Tutta un’altra musica

Regia: Jesse Peretz. Sceneggiatura: Jesse Peretz, Jim Taylor, Tamara Jenkins. Fotografia: Remi Adefarasin. Montaggio: Sabine Hoffman, Robert Nassau. Musiche: Nathan Larson. Interpreti: Rose Byrne, Ethan Hawke, Chris O’Dowd, Megan Dodds, Jimmy O. Yang, Lily Newmark. Origine: USA, 2018. Durata: 105′.

Commenti

commenti