La truffa dei Logan

la-truffa-dei-loganTre fratelli, anzi sei, e una rapina. O meglio, una rapina, e poi pure una truffa. Ma soprattutto imprevisti, giochi di prestigio, trovate sensazionali, e chi più ne ha più ne metta. Ancora una volta, Steven Soderbergh rivisita la sua ricetta (sempre riuscita) e la fa funzionare, senza deludere i fedeli fan della trilogia degli Ocean’s.
Dopo un inizio faticoso, costellato di clichés White trash un po’ stantii – uno squallido bar di provincia, avventori con la camicia a quadri, un marito operaio, una sorella parrucchiera, un’ex moglie col villone e una bambina aspirante reginetta di bellezza – il film acquista ritmo e diventa meno prevedibile dal momento dell’evasione, orchestrata ad arte dal protagonista Jimmy Logan (Channing Tatum), di Joe Bang (Daniel Craig) e Clyde Logan (Adam Driver) dal penitenziario della Contea di Monroe. Chiaramente, e questo ci ricorda ancora una volta Ocean’s Eleven, il contesto non è quello di una banale rapina in banca, no: l’obiettivo della squadra è il caveau in cui si accumula il ricavato della più prestigiosa corsa della Coca-cola 600 e le strategie messe in atto dai sei personaggi per accedere al danaro, a partire dalla bomba a base di orsetti gommosi, non sono certo meno improbabili.
Per quanto dunque costruito a tavolino (il regista cura anche fotografia e montaggio), per quanto studiato e misurato come un’attrazione da Luna Park, per quanto non possa certo esser detto capolavoro, il prodotto, onesto e dichiarato nel suo scopo di puro intrattenimento, non delude ma anzi diverte.

E se non sarà il film a diventare un cult, lo saranno certo alcune sue scene (o forse faremmo meglio a dire videoclip): a partire da quella del riot carcerario, che da sola vale forse l’intero prezzo del biglietto, per quanto ammicchi senza vergogna al pubblico di quegli youtuber che ne faranno in breve tempo un fenomeno virale. Di certo non si può parlare di art pour l’art, e il finale, aperto al punto giusto, ce ne dà un’ulteriore conferma: aspettiamo ansiosi, insomma, un Logan 2 Lucky o similari.

Monica Cristini

La truffa dei Logan – Logan Lucky

Regia, fotografia, montaggio: Steven Soderbergh. Sceneggiatura: Rebecca Blunt. Interpreti: Channing Tatum, Adam Driver, Riley Keough, Daniel Craig, Hilary Swank, Katie Holmes, Brian Gleeson, Jack Quaid. Origine: USA, 2017. Durata: 119′.

Commenti

commenti