Fondo Sclavi: un festival da paura!

Da venerdì 17 giugno a domenica 19 a Venegono Superiore si svolgerà UNA BIBLIOTECA DA PAURA, una tre giorni di incontri, disegno, letture, teatro, visioni per esplorare il tema “Streghe” partendo dal prezioso tesoro del Fondo Sclavi, donazione di 6500 libri che il padre di Dylan Dog ha fatto alla biblioteca locale. La quattro giorni è il secondo appuntamento (l’edizione 1 si è svolta a gennaio 2016) di un progetto realizzato dalla Cooperativa Totem di Varese e dal Comune di Venegono Superiore in collaborazione con tante associazioni del territorio con il sostegno di Fondazione Cariplo.

Las brujas de Zugarramurdi 2Variegato il programma del festival pensato per diverse tipologie di lettori / spettatori per esplorare il tema streghe (e non solo). I più piccoli potranno assistere alla fiaba per voce, ombre e contrabbasso con protagoniste Vassilissa e la strega Baba Jaga o coinvolgersi nei laboratori di cinema, ombre e movimento. Per gli appassionati di cinema una serata dedicata con le streghe spagnole del film cult Las brujas de Zugarramurdi: il film verrà introdotto da Matteo Angaroni dell’Associazione Cortisonici che farà un excursus sulle streghe più famose della storia del cinema. Diversi gli ospiti presenti a questa edizione: Barbara Baraldi, sceneggiatrice di Dylan Dog e autrice di Striges – serie urban fantasy la cui tematica è la stregoneria; Corrado Roi, storico disegnatore di Dylan Dog e autore della serie a fumetti UT; i Secondamarea, duo che ha messo in musica le Ballate della notte scura di Tiziano Sclavi; Giuseppe Candita, giovane disegnatore di Induno Olona che ha realizzato il manifesto del festival e che sarà protagonista di una performance di disegno dal vivo.

processo alle streghe venegonoSi chiude domenica 19 giugno con Le streghe a Venegono nella suggestiva Piazza Santa Maria. Lo spettacolo teatrale ripercorre i fatti accaduti a partire dal 1513 e raccontati negli interrogatori dell’Inquisizione durante il processo iniziato il 20 marzo 1520 e terminato il 9 giugno dello stesso anno che portò alla condanna al rogo di sette “streghe” eseguita sulla collina del Monterosso. In scena il 19 giugno dalle ore 21 presso il portico della Chiesa di S. Maria a Venegono Superiore come evento conclusivo del festival viene proposto lo spettacolo a cura dall’Associazione Culturale Luogo eventuale, con la regia e l’adattamento teatrale di Elisa Carnelli a partire dal testo originale di Tito F. Tosi. In scena attori e attrici di gruppi e compagnie amatoriali della zona. Le scelte musicali, curate da Claudio Ricordi, sono impreziosite dalla musica dal vivo e dal canto di Simone Broggini (violino) e Paola Parodini (canto). La rievocazione del processo ci offre l’opportunità di leggere ciò che avveniva negli stessi luoghi che conosciamo anche oggi come la chiesa di S. Maria, la Pianasca, la “silva rupta“ dietro l’Oratorio, il prato del Cattaneo a est del Castello, la “vallis pasquere”, la Colombara e i paesi vicini: Venegono Inferiore, Castiglione, Monello, Binago, Appiano. Il processo, che avvenne all’interno del Castello occupato dai Padri Comboniani dal 1936, viene riproposto nella cornice della piazzetta storica di S. Maria all’interno del porticato del 1520 della Caserma Castiglioni.

Info sul programma > SITO FONDO SCLAVI

 

La redazione

Commenti

commenti