marco marchetti

La ragazza di Stillwater

La stranezza delle connessioni metacinematografiche porta subito a pensare, chissà perché, a un vecchio film di Jules Dassin (1948), La…

Continua »

Venezia 78: Il collezionista di carte

Film sofisticato, stranissimo, senz’altro coraggioso e impopolare. Quando lo si guarda si resta basiti, come se, non interpretandone appieno le…

Continua »

Falling – Storia di un padre

Film destinato a fare incetta di Oscar. Può sembrare un azzardo audacissimo, eppure la strada ci è già stata indicata…

Continua »

Io ho paura

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e…

Continua »

2024: Oscar al politicamente corretto… o forse no?

Era il 2017 quando, a poche ore dalla cerimonia degli Oscar, un’agguerrita Jodie Foster e un baldanzoso Michael J. Fox…

Continua »

Che fare quando il mondo è in fiamme?

In quella continua interconnessione di cose e pensieri che rende il cinema una specie di labirinto multidimensionale, dove non ci…

Continua »

SPECIALE Pet Sematary

“I don’t want to be buried in a pet cemetery, I don’t want to live my life again” cantava baldanzosamente…

Continua »

Da Cortisonici 2019 parole a sangue fresco

Per l’edizione 2019 Cortisonici Film Festival di Varese ci ha deliziato con un focus che in realtà – diciamolo francamente –…

Continua »

Thelma

La Norvegia. Le campagne innevate, gli alberi ricoperti di ghiaccio, il fiato che lento e inesorabile si condensa attorno alle…

Continua »

Doppio amore

Sono pochi quelli che hanno aperto un loro film con la gigantografia di una vagina, e guarda caso sempre francesi.…

Continua »
Back to top button
Close